Please use this identifier to cite or link to this item: https://hdl.handle.net/10593/18101
Title: Chancen und Risiken der Digitalisierung in der Landwirtschaft – die rechtliche Dimension
Other Titles: Chances and threats of digitalisation in agriculture – the legal aspect
Opportunità e minacce della digitalizzazione in agricoltura – aspetti legali
Authors: Martínez, José
Issue Date: 2016
Publisher: Wydawnictwo Naukowe UAM
Citation: Przegląd Prawa Rolnego, 2016 Nr 2 (19), s.13-43
Abstract: The digitisation of agriculture marks a new era in the development of agriculture. It allows communication between machines and automated processing and evaluation of data without human interposition. It opens up new possibilities for agriculture, but it also entails economic and legal risks. For this reason, a cautious approach is still taken in Germany when it comes the use of new techniques in agriculture. The legal risks relate to the follow-ing topics: the protection of personal and, above all, company-related data, provided that these are not classified as business secrets. Here, the protection of the company data is selective and only applied in individual cases. The assignment of the right to use the data is also problematic because in German civil law a concept of the ‘property’ of data does not exist. The intellectual property right protects only works of intellectual creation, not the mere fact data or geographic data from the farm. Significant problems also arise with regard to the allocation of declarations of intent produced by machines as well as with regard to the liability for errors in the collection or evaluation of the data. The European and na-tional legislators are currently unable to provide adequate solutions, as this area is still under development. These issues ought to be agreed by and between interested parties in the form of a bilateral contract.
La digitalizzazione segna una nuova era per lo sviluppo dell’agricoltura. Consente alle macchine di comunicare tra di loro nonché agevola il trattamento automatizzato e la valu-tazione dei dati senza intervento umano. Crea anche nuove opportunità per l’agricoltura, ma dall’altro lato comporta un rischio economico e giuridico. Pertanto per questo motivo la Germania rimane cauta circa l’utilizzo di nuove tecniche in agricoltura. I rischi legali sono connessi alla protezione dei dati personali, soprattutto dei dati delle aziende, quando essi non vengono considerati riservati oppure come segreto commerciale delle imprese. Qui, la protezione dei dati aziendali è solo puntuale e selettiva. Inoltre, la cessione dei diritti per l’utilizzo dei dati è problematico in quanto in diritto tedesco la nozione di “proprietà” dei dati non esiste. I diritti di proprietà intellettuale sottopongono alla protezione solo le opere frutto di creazione intellettuale, mentre le informazioni riguardanti l’esistenza di determinati fatti o i dati provenienti da un’azienda agricola circa l’ubicazione geografica ne sono privi. Problemi seri sorgono anche in merito all’attribuzione della dichiarazione di volontà deposta dalla macchina, ma anche riguardo alla responsabilità per errori nel rilevamento e valutazione dei dati. Né i legislatori dell’Ue né quelli europei (nazionali) sono in grado di fornire soluzioni adeguate e le ricerche in questo campo sono tutt’ora aperte. I problemi invece dovrebbero essere risolti con il coinvolgimento di entrambe le parti, in fase di accordi.
URI: http://hdl.handle.net/10593/18101
DOI: 10.14746/ppr.2016.19.2.1
ISSN: 1897-7626
Appears in Collections:Przegląd Prawa Rolnego, 2016 Nr 2 (19)

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
PPR_2_19_2016_Jose_Martinez.pdf288.32 kBAdobe PDFView/Open
Show full item record



Items in AMUR are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.